Home » TMV: Tecnologie ed elementi di composizione per la Musica da Videogioco

TMV: Tecnologie ed elementi di composizione per la Musica da Videogioco

Docenti:

Maurizio Gabrieli

Obiettivi del corso:

Il corso affronterà l’utilizzo di tecnologie specifiche per i vari settori della musica applicata non lineare.

Cosa si intende per musica non lineare? Se le arti visive, ad esempio, si manifestano nello spazio bi o tri-dimensionale, la musica da sempre si articola su un’unica dimensione: il tempo. Nello scorrere del tempo ogni brano musicale rende percettibili le sue caratteristiche. Nel tempo possiamo individuare l’inizio, la fine e la successione di eventi (la forma) di una composizione. Il compositore pensa alla sua musica sapendo che essa si manifesterà nel susseguirsi di situazioni sonore che lui ha scelto.

Nella musica non lineare invece la durata e la forma dei brani musicali non sono legati in maniera esclusiva allo scorrere del tempo ma seguono soprattutto le scelte del giocatore. Il brano dovrà seguire nuove modalità di creazione, immaginando la forma compositiva non più come una disposizione lineare di eventi ma come un reticolo di possibilità.  Da qui la nozione di non linearità e di adattività che saranno approfonditi nell’ambito del corso utilizzando tecnologie specifiche per questo genere di approccio compositivo.

Modalità di esame:

In via di definizione

Programma:

Il corso affronterà in modo specifico gli aspetti strettamente tecnologici della non linearità in musica.

Dopo una introduzione alle tecniche di montaggio della musica e del suono sul video utilizzando una DAW il corso affronterà l’utilizzo del “middleware” Fmod e dell’ambiente di programmazione 3d Unity nell’ambito della musica adattiva e non lineare.